Stampa Pdf Condividi Aggiungi ai preferiti

Risorse umane - News N. 175/2024 - 13/02/2024

Rivalsa del datore di lavoro

L’Unione Industriali aiuta le aziende ad ottenere un indennizzo qualora l’assenza di un proprio dipendente sia causata dalla responsabilità di un terzo.

Le assenze del lavoratore causate da terzi generano un costo per le aziende, ma solo poche tra esse sono al corrente della possibilità di ottenere un risarcimento.

Infatti, prevista dall’art. 2043 del Codice Civile, l’azione della rivalsa consente anche al datore di lavoro di ottenere un indennizzo del danno economico patito per la mancata prestazione lavorativa del dipendente causata dal terzo responsabile.

Esempi tipici di queste assenze risarcibili sono gli infortuni in itinere oppure gli incidenti provocati dall’azione di terzi che, avvenuti al di fuori dell’attività lavorativa, hanno generato periodi di malattia.

Durante il periodo di inabilità il lavoratore ha diritto alla conservazione della retribuzione, ma gli enti previdenziali e assistenziali (INPS, INAIL, ecc.) liquidano solo una quota della retribuzione. L'azienda, dunque, patisce l’onere della necessaria integrazione in favore del dipendente inattivo.

Grazie alla collaborazione con professionisti del settore, l’Unione Industriali supporterà l’azienda nell’ottenimento di un legittimo indennizzo. Esso potrà comprendere, oltre al costo delle indennità erogate dall’azienda a copertura delle assenze, anche quello della quota di retribuzione differita maturata nel periodo di assenza (ad es. mensilità aggiuntive, premialità, gratifiche e quote di TFR) e delle ferie non godute e comunque maturate in tale periodo.

Per informazioni è possibile contattare il Servizio Rivalsa (s.berthod@ui.torino.it; 011.5718234; 335.8430772)

CONTATTI

×

Simone Berthod




Telefono: 0115718234
Mail: s.berthod@ui.torino.it


I PIÙ LETTI

Do not follow or index