Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
Unione Industriale Torino
Seguici su     
BLOG OPEN UI

ENGLISH   |   UI FOR YOU   |   Login

Borse di studio START STEM

 

 

Come nascono le borse START STEM dell’UI?

A partire dal 2020 l’Unione Industriale di Torino, in collaborazione con FINSAA, ha deciso di finanziare annualmente un cospicuo numero di borse di studio: 50 nella prima edizione.

L’intento è di premiare studenti meritevoli che scelgono percorsi di studi – lauree magistrali dell’UniTO e del PoliTo nelle discipline dell’area STEM - per i quali le imprese lamentano una cronica scarsità di laureati.

 

1^ EDIZIONE 2020/2021 

Informazioni relative alla 1^ edizione cliccando qui.

 

2^ EDIZIONE 2021/2022

work in progress

 

Cosa distingue le borse START STEM da iniziative analoghe di sostegno al diritto allo studio?

(1) Ai vincitori delle borse – per la 1^ edizione dell’importo unitario di 3.000 € - viene chiesto di “restituire” parte del beneficio alla comunità locale: gli studenti universitari devono quindi impegnarsi come tutor di matematica a vantaggio di ragazzi e ragazze delle scuole medie torinesi.

(2) Ai vincitori saranno dedicate specifiche azioni di orientamento e di avvicinamento al tessuto produttivo locale, in collaborazione con UnImpiego, anche nell’intento di favorire la loro permanenza nell’area torinese.

 

Chi sono i vincitori della prima edizione del bando START STEM?

Sulla base delle candidature pervenute e dei criteri previsti dal bando (voto di laurea di primo livello non inferiore a 100/110, media dei voti agli esami non inferiore a 27/30, ISEE non superiore a 32.550 €) sono stati individuati i 50 vincitori.

La maggioranza è nata nel 1998, con alcuni studenti più “anziani” (fino al 1993) e quattro casi di nati nel 1999. L’86% dei vincitori si è iscritto a lauree magistrali del Politecnico di Torino (dove viene coperto l’intero spettro delle ingegnerie), mentre la restante minoranza frequenta corsi di UniTo (lauree in fisica, chimica, matematica, informatica). La componente femminile si attesta al 32%, una quota maggiore rispetto agli iscritti nelle discipline scientifiche considerate dal bando.  

 

Come si svolge la formazione dei vincitori in previsione del loro volontariato educativo presso le scuole medie?

Partendo dal principio che “chi sa la matematica non necessariamente sa insegnarla”, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale è stato organizzato un breve corso di pedagogia e didattica della matematica per gli studenti vincitori. Tre i temi affrontati: contenuti curricolari di seconda e terza media (ad es. calcolo dell’area del rettangolo con formule dirette e inverse); chi sono e come apprendono i preadolescenti; i processi e le relazioni all’interno dell’istituzione scolastica.

 

Come hanno reagito le scuole di fronte alla prospettiva di poter accogliere i giovani tutor?

La prospettiva di poter lavorare nei prossimi mesi – indicativamente dal prossimo giugno a marzo del 2022 - con giovani talenti dell’Università è stata accolta con entusiasmo da tutte le scuole contattate (7 istituti di cui 5 della Città e 2 della cintura). La richiesta pressoché unanime da parte dei dirigenti scolastici è stata quella di poter utilizzare i tutor accademici non tanto per iniziative di recupero (ossia di supporto ai ragazzi e alle ragazze con risultati insoddisfacenti), già abitualmente previste e realizzate dalla scuola italiana, quanto piuttosto per iniziative di potenziamento destinate a studenti e studentesse che raggiungono senza sforzo livelli elevati di apprendimento e che manifestano uno spiccato interesse per la matematica, ma ai quali raramente si riescono ad offrire percorsi davvero stimolanti.

 

Quali sono gli sviluppi previsti per le borse di studio START STEM?

L’intenzione dell’Unione Industriale e di FINSAA, promotori dell’iniziativa, è senz’altro di consolidarla nel tempo. È stato da poco costituito un tavolo di lavoro insieme a PoliTo e UniTo allo scopo di definire parametri e criteri per la redazione del prossimo bando per l’a.a. 2021-22.

 

 

Per saperne di più

Servizio Scuola e Università

Tel. 011.5718.524

uniscuola@ui.torino.it;

Giuseppe Abate g.abate@ui.torino.it;

Gianfranco Ruggieri g.ruggieri@ui.torino.it

 

PRIVACY    DISCLAIMER    CREDITS   
UNIONE INDUSTRIALE TORINO - VIA MANFREDO FANTI, 17 - 10128 TORINO - T (+39) 011 57181 F (+39) 011 544634 - COD. FISCALE 80082190010